Accordo commercialisti-Entrate, addio alla procura cartacea

Buone notizie per i commercialisti. Grazie a un accordo siglato il 28 maggio tra il Consiglio nazionale e l’agenzia delle Entrate potranno liberarsi di qualche “scartoffia”. Sarà infatti possibile evitare di andare in giro con la procura cartacea del cliente che dimostri la rappresentanza o l’assistenza così come le modifiche dei dati dell’Albo saranno note all’Agenzia in tempo reale senza che il commercialsta comunichi nulla.

Queste semplificazioni sono state introdotte grazie a una convenzione firmata oggi dal direttore dall’Agenzia, Antonino Maggiore, e dal presidente del Cndcec, Massimo Miani che rafforza lo scambio di dati tra i due enti. Il servizio partirà in via sperimentale entro pochi mesi e la convenzione sarà valida per tre anni, e potrà essere rinnovata.

Vediamo nel dettaglio cosa cambia:

● la procedura riguardante le informazioni sulla procura permetterà ai commercialisti di assistere e rappresentare i propri clienti dinanzi agli uffici territoriali dell’Agenzia anche senza l’esibizione dei documenti in formato cartaceo;

● le comunicazioni relative alle domande di iscrizione, variazione e cancellazione nell’albo, che devono essere trasmesse in via telematica all’Anagrafe tributaria, potranno essere acquisite dall’Agenzia anche tramite un nuovo applicativo, che sarà reso disponibile dal Cndcec.

Fonte: Ilsole24ore.com Autrice: Federica Micardi

Comments are closed.