Come indicare le agevolazioni disabili nella dichiarazione dei redditi 730/2017

Per le persone con disabilità e per i loro familiari, la normativa tributaria mostra particolare attenzione riservando loro numerose agevolazioni fiscali. Per usufruire di queste agevolazioni è necessario indicarle correttamente nella dichiarazione dei redditi, in questo approfondimento vediamo dove indicarle nel 730/2017, anche alla luce di quanto chiarito nella Circolare 7/e del 4 aprile 2017.

In  generale, possono usufruire delle agevolazioni le persone con disabilità, ovvero:

non vedenti: persone colpite da cecità assoluta o che hanno un residuo visivo non superiore a un decimo a entrambi gli occhi con eventuale correzione. Gli articoli 2, 3 e 4 Legge 138/2001 individuano esattamente le varie categorie di non vedenti, fornendo la definizione di ciechi totali, parziali e ipovedenti gravi;
sordi: persone minorate sensoriali dell’udito affette da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva (Legge 381/1970 art. 1, comma 2);
disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento: persone che hanno un grave handicap certificato con verbale dalla Commissione per l’accertamento dell’handicap presso l’Asl (comma 3, articolo 3 della legge n. 104/1992);
disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni;
disabili con ridotte o impedite capacità motorie: persone che presentano ridotte o impedite capacità motorie ma che non risultano contemporaneamente “affetti da grave limitazione della capacità di deambulazione”.

RIFERIMENTI
1a Parte: 730/2017: dove indicare le spese sanitarie per persone con disabilità
2a Parte: 730/2017: detrazione Irpef per i figli portatori di handicap
3a Parte: 730/2017: la detrazione per l’eliminazione delle barriere architettoniche
4a Parte: 730/2017: la maggior detrazione Irpef per le polizze assicurative

Comments are closed.