Forfettari: riduzione contributi da richiedere entro il 29 febbraio

Nel turbine delle continue modifiche al regime fiscale dei cd. “forfettari”(introdotto dall’art. 1 commi 77-84 della L. 23 dicembre 2014, n. 190, come modificata dalla legge 28 dicembre 2015, n. 208, art. 1, comma 111 ss.) un aspetto non è cambiato : si tratta del regime contributivo agevolato riservato a questi contribuenti iscritti alla gestione artigiani e commercianti.

Il regime di favore prevede la riduzione dei contributi previdenziali nella misura del 35% , sia per la contribuzione dovuta sul reddito entro il minimale, sia quella sul reddito eventualmente eccedente, mentre resta sempre dovuto in misura intera il contributo per l’indennità di maternità (pari a 7,44€).

La riduzione tuttavia non è automatica ma ha carattere opzionale ed è accessibile esclusivamente con domanda all’INPS in forma telematica nel Cassetto previdenziale Artigiani e Commercianti .(Qui il facsimile del modulo di richiesta cartaceo per coloro che non hanno ancora aperto la posizione INPS). Anche nel 2020 l’applicazione è automatica per i soggetti già beneficiari del regime agevolato nel 2019 che ne avevano già fatto richiesta, sempre se permangono i requisiti di agevolazione fiscale, e se non viene fatta espressa rinuncia.

Devono dare comunicazione invece:

  • i soggetti che hanno intrapreso nel 2019 una nuova attività d’impresa per la quale intendono beneficiare nel 2020 del regime agevolato; il termine è fissato per il 29 febbraio 2020.
  • i soggetti che iniziano una nuova attività nel corso nel 2020, devono comunicare l’opzione con la massima tempestività rispetto alla conferma d’iscrizione.

Importante sottolineare che se la riduzione comporta un versamento inferiore al minimo annuo verrà accreditato ai fini previdenziali un numero di mesi proporzionale a quanto versato (quindi inferiore a 12).

Comments are closed.