Irpef: in arrivo la scadenza di novembre

Primo piano - 11 Nov 2022

L’appuntamento con il pagamento dell’Irpef è fissato al 30 novembre 2022. Devono provvedere ad effettuare il pagamento i titolari di partita Iva, i pensionati e i lavoratori dipendenti: gli importi da versare sono quelli che emergono direttamente dalla dichiarazione dei redditi. A fine mese, quindi, sono chiamati a passare alla cassa tutti i soggetti passivi Irpef, che hanno deciso di versare le imposte in saldo ed acconto.

La scadenza del 30 novembre

Quella del 30 novembre 2022 – dopo la prima scadenza dello scorso giugno – prevede che i contribuenti versino l’intero ammontare degli acconti, così come sono emersi dal Modello Redditi o dal Modello 730. Non ci sarà la possibilità, in questo caso, di rateizzare la cifra dovuta. Cerchiamo di capire chi deve pagare il secondo acconto Irpef 2022 e come deve essere effettuato il calcolo, per conoscere l’ammontare dell’imposta da versare.

Come si calcola la rata di novembre

Tra le scadenze in programma a novembre, quella con le imposte sui redditi è senza dubbio l’appuntamento più importante. A versare l’acconto Irpef sono obbligati i dipendenti, i pensionati ed i titolari di partita Iva. Nel caso in cui i soggetti tenuti al versamento dell’imposta stanno percependo una pensione od uno stipendio, sono tenuti ad effettuare il pagamento se l’imposta dichiarata nel corso dell’anno – al netto di eventuali detrazioni, crediti d’imposta, eccedenze o ritenute – risulti essere superiore a 51,65 euro.

L’acconto, che deve essere versato, è pari al 100% dell’imposta dichiarata è può essere suddiviso in una o due rate a seconda dell’importo:

  • nel caso in cui il contribuente debba pagare meno di 257,52 euro, è necessario effettuare un unico versamento entro il 30 novembre;
  • nel caso in cui la cifra superi i 257,52 euro è possibile pagare la prima rata, pari al 40% (o 50% per i soggetti ISA) insieme al saldo. La seconda rata deve essere effettuata entro il 30 novembre. Il secondo acconto, a differenza di quanto avviene con il primo, non può essere rateizzato. Entro la fine di novembre è necessario pagare l’importo integrale delle imposte dovute.

Quelle che abbiamo appena elencato, sostanzialmente, sono le regole generali che devono rispettare i contribuenti tenuti a pagare il secondo acconto Irpef entro la scadenza del 30 novembre 2022.