Le scadenze fiscali della metà di febbraio

10 FEBBRAIO
Bollo virtuale – Versamento
Le banche e gli istituti di credito autorizzati a emettere assegni circolari devono effettuare il versamento dell’imposta di bollo assolta in modo vituale relativa agli assegni circolari rilasciati in forma libera in circolazione alla fine del quarto trimestre 2020. Il versamento va effettuato utilizzando il modello F23 con indicazione del codice tributo 456T.

15 FEBBRAIO
Associazioni in regime forfetario
Le associazioni sportive dilettantistiche, le associazioni senza scopo di lucro e le associazioni pro loco che hanno optato per il regime forfetario previsto dall’articolo 1 della legge n. 398/1991 devono effettuare le previste annotazioni nel prospetto individuato dal decreto ministeriale 11 febbraio 1997, opportunamente integrato. Si tratta di annotare, anche con un’unica registrazione, l’ammontare dei corrispettivi e di qualsiasi provento conseguito nell’esercizio di attività commerciali, riferiti al mese di gennaio 2021

15 FEBBRAIO
Comunicazione canone Tv
Acquirente Unico Spa deve inviare una comunicazione all’Agenzia delle entrate dei dati di dettaglio relativi al canone Tv addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche riferite al mese di gennaio 2021. L’invio deve avvenire esclusivamente in via telematica utilizzando l’infrastruttura Sid (Sistema di interscambio dati).

15 FEBBRAIO
Iva – Registrazione corrispettivi
I commercianti al minuto e assimilati, nonchè gli operatori della grande distribuzione che già possono adottare, in via opzionale, la trasmissione telematica dei corrispettivi, devono procedere alla registrazione, anche cumulativa, delle operazioni effettuate nel mese di gennaio 2021 per le quali è stato rilasciato lo scontrino o la ricevuta fiscale.

15 FEBBRAIO
Operatori finanziari – Comunicazione integrativa annuale AT
Gli operatori finanziari (banche, società Poste italiane Spa, gli intermediari finanziari, le imprese di investimento, gli organismi di investimento collettivo del risparmio, le società di gestione del risparmio) devono inviare una comunicazione integrativa all’Anagrafe tributaria – Sezione archivio dei rapporti finanziari dei dati e delle informazioni, sui rapporti di natura finanziaria intrattenuti nell’anno 2020 con i propri clienti e sulle operazioni extraconto, nonché della giacenza media relativa ai rapporti di deposito e di conto corrente bancari e postali.
La comunicazione deve avvenire utilizzando l’infrastruttura informatica Sid (Sistema interscambio dati) attraverso una piattaforma di file transfer protocol (FTP) opportunamente configurata.
In alternativa, per la trasmissione dei soli file inferiori a 20 MB, in formato compresso, può essere utilizzata la Pec.

Comments are closed.