Niente IVA e prezzo fisso per le mascherine contro il Coronavirus

Fisso a 0,50 centesimi di euro è il prezzo delle mascherine di protezione da covid 19, questo è quanto ha dichiarato il Presidente del Consiglio Conte in conferenza stampa ieri 26 aprile 2020 e quanto ha poi confermato il Commissario della Protezione Civile Arcuri con ordinanza n11/2020 sempre con data di ieri.

Oltre al prezzo fisso si sta lavorando secondo quanto dichiarato da Conte per azzerare l’iva su questi prodotti al fine di agevolare un risparmio nelle tasche dei cittadini.

Stando a quanto recita l’articolo 3 ai commi 2-3 del nuovo DPCM (in bozza) ai fini del contenimento della diffusione del virus, limitatamente alla durata dell’emergenza sanitaria, gli individui presenti sull’intero territorio nazionale dovranno usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire cumulativamente il mantenimento del distanziamento fisico.

Restano esclusi da tale obbligo i bambini sotto i sei anni nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con questi ultimi.

Si precisa che la popolazione generale può utilizzare:

  • mascherine di comunità,
  • mascherine monouso
  • mascherine lavabili anche auto-prodotte in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e che al contempo garantiscano comfort, respirabilità, di coprire dal mento al di sopra del naso.

Del prezzo fisso delle mascherine se ne parlava già da tempo ma evidentemente questo era uno step imprescindibile per l’avvio della fase due, partita già oggi per alcune imprese e che partirà dal 4 maggio, così come previsto dal nuovo DPCM annunciato ieri, per tante altre.

Comments are closed.